il parere di: Civiltà della Tavola

La cena Ecumenica

Le vivande servite: aperitivo in cantina: Blanc de Morgex e de La Salle con bocconcini di fontina d’alpeggio; sformato di pere di Saint Pierre con piccola fonduta di toma grassa di alpeggio; brossa di Saint Nicolas con la polenta integrale di Donnas macinata a pietra; ravioli di pasta all’uovo farciti al momento di “seiras” ai latti caprino e vaccino serviti al burro di panna e alla santoreggia; assiette di 9 formaggi valdostani con caprini e vaccini di stagionatura diversa; reblec di latte vaccino della “Vaccherie” di Morgex con coulis di sambuco del Villair.

Commenti: Cena ecumenica organizzata presso un vecchio ristorante, recentemente rinnovato e dedicato soprattutto alla cucina regionale, rivisitata con interpretazione felice di vecchie ricette valdostane. Il locale dispone anche di una bellissima cantina dove sono stati offerti gli aperitivi e presentata un’esposizione di tutti i formaggi e i vini locali che sono stati utilizzati e serviti nell’occasione. 

La cena è stata molto apprezzata da tutti gli intervenuti, come si può vedere dalla votazione elevata (7,8/10). Apprezzatissimi i ravioli farciti di “seiras” e l’assiette di formaggi, che hanno raggiunto i voti più elevati. Complimenti allo chef Agostino Buillas e un plauso al servizio gestito dalle sorelle Quinson, di cui una consorte dello chef.

I vini della tavola: Pinot gris 2000 – Le Triolet (con antipasti); Muller Thurgau 2000 – Anselmet Renato (con i ravioli); Chardonnay 1999 – Les Cretes; Torrette Superieur 2002 – Di Barrò; Chaudelune – Cave de Vin Blanc di Morgex e La Salle (con i 9 formaggi); Chambave moscato passito 2002 – Crotta de Vignerons (con il dolce).

il parere di: Veronelli

Vi è mai capitato, entrando in un locale di sentirvi riportati indietro nel tempo? Al Café Quinson di Morgex questa sensazione è forte e molto piacevole. Tutto sa di antico: l’epoca di costruzione dell’edificio risale al 1600 e le tracce sono ancora ben visibili nelle volte in pietra della bella cantina o nei rivestimenti in legno delle pareti e dei soffitti.

il parere di: Vie del Gusto

I locali aperti dai nuovi ‘paladini’ della Valle non si rivolgono però alla massa dei turisti. Non tanto per i prezzi, quanto perché hanno pochi posti.

Solo 10-15 fortunati, per esempio, possono permettersi di “andare a casa” – perché di questo si tratta – di Agostino Buillas.

il parere di: Papillon

Andiamo al Café Quinson di Morgex, un locale di cui avevo sentito parlare, ma che non pensavo cosi interessante. E’ una bomboniera, con venti posti appena. Ti servono nel costume del posto, mentre Agostino, in cucina, prepara ogni cosa. E ci vuole tempo.