il parere di: La Vallée

Morgex, Carrellata di formaggi per l'Accademia della Cucina

Morgex – Giovedì 14 ottobre al Café Quinson – Vieux Bistrot di Morgex, antico locale arredato con gusto e dotato di tipica e ricchissima cantina, si è svolto l’incontro della Delegazione di Aosta dell’Accademia Italiana della Cucina per la Cena Ecumenica dedicata ai ‘formaggi in cucina e loro abbinamento coi vini’. 

Prima della cena, l’Accademico Prof. Pier Andrea Chantel ha tenuto una interessantissima relazione sui formaggi noti e meno noti della Valle d’Aosta e sulla loro applicazione in cucina. Parlando della descrizione dei ‘Vacherini’ formaggi grassi e dai ‘Serazi’ formaggi magri, antenati della Fontina, delle Tome e del Seras, con una dotta disquisizione, frutto di una ricerca profonda, il prof. Chantel è giunto sino alla descrizione dell’attuale Fontina Dop, il più noto formaggio valdostano, delle Tome delle varie località della Regione, dei caprini, ottenuti da latte misto bovino e caprino, e di quelli di puro latte caprino, del Seras, del Salignon e del Reblec ottenuto da latte intero con aggiunta del 50% di panna, ottimo formaggio dolce, di cui era ghiotto il Presidente Luigi Einaudi. 

Alla relazione del prof. Chantel è seguita una deliziosa cena preparata accuratamente dallo chef Agostino Buillas, con una carrellata dei migliori formaggi valdostani, di diversa stagionatura, gustati semplicemente o cucinati in modo pregevole come i ravioli di pasta all’uovo farciti di Seras al latte caprino e vaccino, che hanno ottenuto il plauso unanime dei partecipanti, accompagnati tutti da ottimi vini scelti di produttori locali con un abbinamento perfetto ai piatti serviti. 

Perfetto il servizio in sala, merito delle sorelle Quinson accompagnate da preparatissimi sommelier.

il parere di: Veronelli

Vi è mai capitato, entrando in un locale di sentirvi riportati indietro nel tempo? Al Café Quinson di Morgex questa sensazione è forte e molto piacevole. Tutto sa di antico: l’epoca di costruzione dell’edificio risale al 1600 e le tracce sono ancora ben visibili nelle volte in pietra della bella cantina o nei rivestimenti in legno delle pareti e dei soffitti.

il parere di: Vie del Gusto

I locali aperti dai nuovi ‘paladini’ della Valle non si rivolgono però alla massa dei turisti. Non tanto per i prezzi, quanto perché hanno pochi posti.

Solo 10-15 fortunati, per esempio, possono permettersi di “andare a casa” – perché di questo si tratta – di Agostino Buillas.

il parere di: Papillon

Andiamo al Café Quinson di Morgex, un locale di cui avevo sentito parlare, ma che non pensavo cosi interessante. E’ una bomboniera, con venti posti appena. Ti servono nel costume del posto, mentre Agostino, in cucina, prepara ogni cosa. E ci vuole tempo.