il parere di: Veronelli

Sapori del tempo

Vi è mai capitato, entrando in un locale di sentirvi riportati indietro nel tempo? Al Café Quinson di Morgex questa sensazione è forte e molto piacevole. Tutto sa di antico: l’epoca di costruzione dell’edificio risale al 1600 e le tracce sono ancora ben visibili nelle volte in pietra della bella cantina o nei rivestimenti in legno delle pareti e dei soffitti. Nei primi anni del ‘900, Constance e Thomas Quinson, prozii degli attuali proprietari, dopo anni di lavoro nel settore della ristorazione a Parigi ritornano nella valle nativa e acquistano i locali di Place Prince Thomas e li ristrutturano.

Nasce un albergo – frequentato dai viaggiatori e amanti della montagna – con ristorante e “Cafè”, dove contadini e artigiani si ritrovano per le trattative e per un bicchiere di vino.
Thomas cura la vigna e la produzione del Blanc de Morgex, mentre la moglie Constance offre una ristorazione essenziale di piatti unici della Valle. Da allora molte cose sono cambiate e il Café ha attraversato varie epoche e trasformazioni. Nel 1995, Elena Quinson incontra Agostino Brilla.

Ripercorrendo le tradizioni di famiglia la coppia riapre il locale: in primo piano il “Café” con un grande bancone di pietra e sul fondo la caratteristica sala ristorante tutta legno e pietra. L’arredamento: vecchi mobili e oggetti della tradizione contadina, stampe fotografiche d’epoca alle pareti, l’uso sapiente dei punti luce e i pochi tavoli ben distanziati, rendono l’ambiente elegante e caldo. Agostino Buillas, chef di lunga esperienza, rielabora piatti del territorio realizzati con mano sapiente e con costante ricerca creativa, raccolti in una carta che varia tutti i giorni, a seconda dell’offerta del mercato e della stagione.

"Se non inventa qualcosa di nuovo ogni giorno non è contento...". Cosi Elena ci presenta una delle ultime creazioni di Agostino: il Lard di Arnad – ottimo giacimento gastronomico della Valle d’Aosta – con fantasia di patate all’aceto di mele e olio di noci (altra meraviglia di produzione locale), con le castagne al burro e miele, con la millefoglie di mela renetta e la fontina fusa, come condimento all’insalatina di grasset. Così declinato il lardo d’Arnad è semplicemente indimenticabile!

Agostino prepara ogni giorno la pasta all’uovo per creare deliziosi ravioli farciti di “boudin” di Morgex, originale salume della valle a base di carne di maiale e barbabietola. Tra i secondi: la carbonata di cervo con bacche di ginepro e polenta di mais integrale, le animelle di vitellino da latte dorate in padella, il piccione alle due cotture.
Infine, potete deliziarvi il palato con la notevole proposta di formaggi; dai caprini e vaccini freschi e stagionati agli erborinati potete arrivare a ben 60 assaggi!

Segnalazione particolare merita il pane, fatto in casa quotidianamente e arricchito di molti sapori: erbe, noci, coriandolo e i grissini al burro di montagna. Tra i dolci: i sorbetti maison e la torta di mele renette con zabaglione al Blanc de Morgex et de La Salle.

La cantina, fedele testimone delle origini secolari della casa, custodisce un numero impressionante di bottiglie che Agostino, già primo sommelier d’Italia nel 1995, ha selezionato; vi sono rappresentate tutte le ragioni del mondo. Notevole è la ricerca e la proposta dei vini della Valle a partire dal Blanc de Morgex di cui Marcello Quinson, capostipite della famiglia, è produttore per la Cave Cooperative du Vin Blanc de Morgex et de La Salle. Il ristorante, per una recente scelta dettata dal desiderio di dedicare sempre maggior cura alla clientela, è aperto solo la sera.

Elena Quinson, la sorella Anna, sommelière, e Agostino Buillas vi accoglieranno con un servizio perfetto e con la maestria di chi questo mestiere lo fa da sempre e lo sa far bene.

il parere di: Vie del Gusto

I locali aperti dai nuovi ‘paladini’ della Valle non si rivolgono però alla massa dei turisti. Non tanto per i prezzi, quanto perché hanno pochi posti.

Solo 10-15 fortunati, per esempio, possono permettersi di “andare a casa” – perché di questo si tratta – di Agostino Buillas.

il parere di: Papillon

Andiamo al Café Quinson di Morgex, un locale di cui avevo sentito parlare, ma che non pensavo cosi interessante. E’ una bomboniera, con venti posti appena. Ti servono nel costume del posto, mentre Agostino, in cucina, prepara ogni cosa. E ci vuole tempo.

il parere di: Cucina e Vini

La cucina propone piatti del territorio rivisti e rinnovati, piatti della cucina internazionale realizzati con mano sapiente… c’è di che deliziarsi! Da non perdere assolutamente il piatto dei formaggi: ben 50 qualità accompagnate da 5 degustazioni di vino che ben si sposano con le delizie del pastore!